Forte Colle delle Benne

 

forte benne

 

Forte delle Benne

Un’esperienza alla scoperta della storia, adatta per grandi e piccini. Il forte dista meno di due chilometri dall'abitato di Levico Terme, e può essere raggiunto a piedi o, per i più temerari, in macchina. Lungo la passeggiata che conduce alla struttura bellica potete ammirare un panorama mozzafiato, tra vigne, colli, laghi e vette innevate.

Visite guidate per scolaresche e gruppi su prenotazione da gennaio a marzo.

Per informazioni: APT Valsugana 0461 727700

Possibilità di visitare il forte anche al di fuori di queste date, per gruppi di minimo 10 adulti paganti.

 

L’opera si trova a 649 metri a nord-ovest del Colle di San Biagio e domina il Lago di Levico. Il Forte “Colle delle Benne (o San Biagio)” è un'opera in casamatta in porfido e granito e rappresenta un esempio di transizione verso nuove forme di fortificazione coerenti con le tecniche di difesa del periodo (1884-1890). Nella seconda metà dell'Ottocento infatti, in seguito al cambiamento delle strategie belliche e all'introduzione di nuovi materiali di armamento, si assistette ad un rinnovamento ed alla proposizione di nuove tipologie di costruzione destinate a ruoli difensivi.

Opera gemella del Forte di Tenna, durante la guerra servì soltanto come osservatorio e deposito.

I lavori di restauro sono stati ultimati nel 2014 permettendo l'inaugurazione il 10 settembre.

Il Forte è raggiungibile dal centro di Levico con una comoda passeggiata di circa 40 minuti.

Scarica le informazioni per arrivare al Forte!

 

Prezzi:

Ingresso intero: € 4

Ingresso ridotto*: € 2

Ingresso pacchetto famiglia: € 6
 
Ingresso pacchetto gruppi: € 36 ogni 10 persone
 
Ingresso intero con visita guidata: € 6
 
Ingresso ridotto con visita guidata*: € 4
 
Ingresso con visita guidata pacchetto famiglia: € 12
 
Ingresso pacchetto gruppi: € 54 ogni 10 persone
 
Bambini dai 0 ai 6 anni gratuiti

*6-18 anni, over 65, residenti a Levico Terme e scolaresche

Prossimi eventi al Forte delle Benne

 


 

Forte del Pizzo di Cima Vezzena

Il Forte Cima Vezzena era “l’occhio degli altipiani”, osservatorio d’artiglieria è oggi il luogo migliore per godere di uno dei più bei panorami del Trentino.

Si trova a quota 1.908 m slm ed è collocato sulla cima del Pizzo di Levico (o Cima Vezzena).

Fu edificato quando il Trentino apparteneva all'impero austro-ungarico tra il 1910 e il 1914. Aveva un'importantissima posizione strategica, e proprio per questo motivo venne chiamato "l'occhio degli altipiani". Poteva controllare la zona a sud verso Asiago e tutto il versante nord della Valsugana. Era sicuramente un'opera ardita, infatti si appoggiava alla roccia che gli fa da parete a nord e si affaccia a strapiombo con un salto di 1300 metri sulla Valsugana.

La difficile posizione, però, comportava diversi problemi di approvvigionamento e per questo venne dotato di cisterne per l'acqua da 37.000 litri, alimentate da pompe azionate elettricamente che facevano pervenire l'acqua dal sottostante forte Verle.

La fortificazione, con tre piani in superficie, venne realizzata in calcestruzzo e cemento armato. La pianta è trapezoidale; il forte si trova in una gola artificiale di roccia, ed era difeso da fitte linee di reticolati. Durante il primo anno di guerra furono scavati degli alloggiamenti sotterranei per la guarnigione, dopo che l'artiglieria italiana aveva reso inutilizzabili il secondo ed il terzo piano.

Era considerato inespugnabile e tale si dimostrò; gli italiani cercarono infatti di conquistarlo più volte tra il 1915 e il 1916, ma tutti i tentativi fallirono. Sin dai primi giorni di guerra venne costantemente tenuto sotto tiro dall'artiglieria italiana, nell'intento di bloccare le batterie nemiche. Dopo l'offensiva austriaca della primavera 1916, furono riparati i danni subiti dal forte durante il primo anno di guerra.

L'attuale stato di totale rovina è dovuta al recupero dei materiali ferrosi negli anni del primo dopoguerra; oggi della fortezza rimangono solo rovine, e l'interno non è più accessibile.

 


Forte Busa Verle

Il Forte Verle (o più precisamente Forte Busa di Verle e in tedesco Werk Verle) è una fortificazione militare, situata sulla Piana di Vezzena ad un'altitudine di 1.504 m s.l.m., in provincia di Trento, poco distante dal forte Vezzena. Il forte appartiene al grande sistema di fortificazioni austriache al confine italiano ed è una delle sette fortificazioni dello sbarramento Lavarone-Folgaria.

Fu oggetto di pesanti cannoneggiamenti da parte delle artiglierie italiane, ma non venne mai conquistata. Dopo la Strafexpedition del 1916 rimase come punto di collegamento ottico con il sistema degli altipiani.

 

 

 

LE NOSTRE FOTO SU INSTAGRAM

METEO oggi

23
Mar.
+15 °C vento debole

TEMI vacanza

VACANZA tutto l'anno

Tutte le attività disponibili per tutte le stagioni:

DESTINAZIONE Levico Terme

Seleziona l'offerta vacanza che fa per te: