Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

  Richiedi la disponibilità agli hotel

Palazzi storici

45574616

Grand Hotel Imperial

Grandioso complesso alberghiero in raffinato stile liberty che include al piano terra lo stabilimento termale. Fu progettato dall'architetto tedesco Stahn, costruito dall'impresa trentina Casimiro Tomasi sotto la responsabilità tecnica dell'ingegnere Oss.

I lavori iniziarono il 15 novembre 1898 e si conclusero nel maggio del 1900. Il 16 giugno dello stesso anno vi fu la solenne cerimonia di inaugurazione, con grandi festeggiamenti e con viaggi speciali di prima classe appositamente organizzati da Berlino e da Vienna per gli ospiti illustri che venivano accolti dalla Banda musicale alla stazione ferroviaria ed accompagnati alle loro stanze nel Grand Hotel. Durante la prima guerra mondiale subì alcuni danni che furono riparati nel 1921.

Conobbe momenti di autentico splendore con ospiti di grande rango fino agli anni Ottanta. Dopo un periodo di declino, negli anni Novanta fu completamente ristrutturato, con la regia tecnica degli architetti Renzo Acler di Levico e Enrico Fogagnolo di Bolzano, mantenendo rigorosamente lo stile originario nella parte non ampliata.

 


TermeLevico_

Palazzo delle Terme

Fu costruito dalla Regione Trentino-Alto Adige su progetto dell'architetto Efrem Ferrari e fu aperto nel 1965. Occupa parte dell'area sulla quale era il Grande Albergo Regina con lo Stabilimento termale, distrutto dal bombardamento alleato del 15 marzo 1945.

La fontana nell'ampio giardino ad est è opera dello scultore L. Degasperi; all'interno dello Stabilimento, nel salone principale, vi è una grande ceramica di R. Schweitzer e, nella parte nord sopra il bar, un affresco del perginese L. Senesi. Negli ultimi anni sono stati fatti importanti lavori di ristrutturazione, ammodernamento ed ampliamento a cura della Provincia Autonoma di Trento.

 

CONDIVIDI: